BEYOND THE WALL

Spazio Sfera

"Per attivare un cambiamento verso un mondo più sostenibile dobbiamo partire dalle relazioni umane, dalla capacità di ascoltare, di entrare in empatia. Dobbiamo iniziare ad interrogarci sui muri che ostacolano l’incontro, la collaborazione, l’integrazione, e capire come possiamo superarli.
Con questo primo evento vogliamo partire da qui, da quello che per noi è alla radice del cambiamento: la comunicazione empatica ed inclusiva.
Con laboratori e uno spettacolo inclusivo, semplice ed ironico – che porta in scena un linguaggio compreso da tutti, il gesto – vogliamo portare giovani e adulti a riflettere sulle difficoltà di comunicare e su quali potrebbero essere le strategie per riattivare una comunicazione empatica verso il prossimo. Uno spettacolo che vuole portare a riflettere sull’animo umano."  Team Artorise Aps

Beatles Story

Spazio Sfera

BeatleStory è un live show multimediale che, attraverso un magico viaggio, ripercorre l'intera storia dei Beatles dal '62 al '70, in un concerto con oltre 40 dei loro più grandi successi! Partendo dalle strade di Liverpool, attraversando gli anni della Beatlemania fino ai grandi capolavori in studio, 2 ore intense di capolavori come: She Loves You, I Want To Hold Your Hand, Twist and Shout, Yesterday, Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band, All You Need Is Love, Come Together, Let It Be Hey Jude. Un concerto elettrizzante che, attraverso la favola musicale più bella ed emozionante di sempre, vi riporterà indietro negli anni '60, quando una band rivoluzionò il mondo con le sue canzoni!

Hu|Or|ME – spettacolo per scuole

Spazio Sfera

 Lo spettacolo attinge alla novella di George Orwell “Animal Farm- la fattoria degli animali” a 75 anni dalla sua pubblicazione, come veicolo per introdurre agli studenti, la crudeltà del bullismo e la poesia del condividere egualmente, del fare gruppo, del considerarsi uguali al di là dell’aspetto, dell’estrazione sociale e dell’appartenenza. Lo scrittore ci mostra le debolezze umane, ci mette anche in guardia dai manipolatori e dai dispotici, che fingono di donarci qualcosa di giusto e positivo ma che poi si rivelano in tutta la loro aggressività e cattiveria riassunta nella novella nella frase «Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali degli altri. »

Who’s next? Askyourself!

Spazio Sfera

Who’s next? Askyourself! Spettacolo di danza contemporanea Prod.: Kinesis CDC, Regione Toscana, Fondazione CR Firenze, Città Metropolitana di Firenze, Florence Dance Festival Regia, coreografia: Angelo EgareseMusica: Francesco Giubasso, A.A.V.V.Costumi: Costumeria KinesisFoto: Matteo BertelliVideo: Caterina Ciabatti “Who’s next? Ogni volta ci chiediamo chi sarà il prossimo della lista, a chi toccherà, mentre quel senso diinadeguatezza misto […]

REJOICE GOSPEL CHOIR

Spazio Sfera

Il coro Rejoice in questi 20 anni di direzione di Gianluca Sambataro ha visto passare più di seicento coristi, sempre mantenendo una grande qualità, e con la sua energia ha regalato forti emozioni durante i suoi numerosi concerti. Durante questi due anni di forzata assenza dal palco il repertorio storico, che spazia dal groove intenso del Gospel americano (Kirk Franklin, Kurt Carr) alle dolci linee melodiche di quello europeo (Richard Smallwood, Hans Christian Jochimsen) passando dallo Spiritual alle melodie degli Hymn, si è arricchito con l’introduzione di brani di artisti internazionali pop, di musical e rap, riletti in chiave Gospel, con testi ed arrangiamenti originali. Il lavoro a
distanza è stata un’opportunità per migliorare la qualità del coro attraverso il miglioramento dei singoli componenti.

Ragazze Interrotte

Spazio Sfera

RAGAZZE INTERROTTE Associazione culturale di creazione drammatica  - Milano Un gruppo di ragazze ci racconta frammenti di vita di alcune loro coetanee vissute all’epoca dell’olocausto, in un crescendo di drammaticità: dai sogni che cercano di resistere, alla delusione, alla paura, al senso di privazionedella propria vita e identità, fino all’atrocità della demolizione dell’essere vivente.Un dramma […]

Paolo Cevoli – Andavo ai 100 all’ora

Spazio Sfera

“Andavo ai 100 all’ora” cantava Gianni Morandi nel suo primo singolo. Era il 1962. E in quegli anni andare ai 100 all’ora sembrava una gran velocità… oggi se si va in autostrada a quella andatura ti suonano dietro, anche i camion trasporto suini. 

Come sono cambiate le cose in questi ultimi anni! 

Paolo Cevoli, classe 1958, nonno con 2 nipotini all’attivo, immagina di raccontare ai figli dei suoi figli com’era la vita quando lui era una bambino. Cose che oggi sembrano assurde: non c’era internet, i telefoni avevano la rotella, la TV era in bianco e nero; non c’erano il politicamente corretto, la raccolta differenziata (anche perché quasi non si produceva immondizia…) e gli apericena.

Un racconto personale che attraversa tutta la vita di Paolo fino ai giorni nostri non per dire che “una volta era meglio…” anzi! Ma per comprendere le nostre radici e ridere di noi stessi. 

Concerto Archi Orchestra Università Bicocca Milano

Spazio Sfera

L’Orchestra dell’Università di Milano-Bicocca nasce nel 2009 con il patrocinio del Magnifico Rettore su iniziativa di studenti e professori. Dalla sua fondazione, accoglie studenti, docenti, alumni, dipendenti e tutti coloro che desiderano dare il proprio contributo musicale ed umano all’istituzione. L’Orchestra, sotto la guida del M° Iakov Zats nel ruolo di Direttore e del M° Mattia Mugnai come maestro preparatore e spalla, è attiva sul territorio promuovendo con i propri eventi iniziative culturali e sociali: convegni scientifici, attività di istituzioni e associazioni milanesi, festival, scambi culturali con altre Università d’Europa. Nel corso delle passate stagioni l’Orchestra ha accolto come solisti importanti interpreti e giovani promesse, tra i quali Roman Fedchuk, Vsevolod Dvorkin, Roberto Cani, Danilo Mascetti, il Trio Rigamonti, Alexey Lundin, Chong Park, Anton Martynov, Franco Mezzena e Natasha Korsakova.

Vito – La felicità è un pacco

Spazio Sfera

Icilio Simonazzi è il proprietario di un negozio di elettrodomestici, dove non entra più nessuno.
Da quando è esplosa la moda dell’e-commerce, gli acquisti sul web, la sua vita è rovinata.
In un mondo in cui tutto si può ordinare con un click sul cellulare, televisori, rasoi elettrici, felpe e persino le tagliatelle al ragù, Icilio è diventato utile come un paio di moffole da sci alle Maldive.
La smania dell’ordine on-line non ha solo messo in ginocchio la sua attività, ma gli ha devastato anche la famiglia: la moglie è stata investita da un rider e ha perso la memoria, la figlia vive scaricando serie tv barricata nella sua camera sempre in attesa che arrivi il cibo ordinato con Just Eat.
Un bel giorno Icilio decide che è arrivato il momento di reagire e mette in atto la sua personale e folle “Resistenza” alla modernità.
Lui, un piccolo negoziante, dichiara guerra ai colossi delle consegne a domicilio e si trasforma in un comicissimo e furibondo Don Chisciotte che sfida, con la lancia del “politicamente scorretto”, i mulini a vento dei nuovi bisogni che il web ha creato e senza i quali sembriamo non riuscire più ad essere felici.
Vito, oltre a interpretare Icilio Simonazzi, porta in scena un’esilarante galleria di personaggi che hanno contratto la nuova e devastante malattia del secondo millennio: il click compulsivio.